This discussion has been locked.
You can no longer post new replies to this discussion. Posts are automatically locked, when no new replies have been made for a long time. If you have a question you can start a new discussion.

Fattura estera reverse charge

Buongiorno,

sono alle prese con la registrazione di una fattura estera emessa "ai sensi dell'art. 17 II comma DPR 633/1972, reverse charge a carico del cliente" e non so come fare.

In pratica ho acquistato merce da un depositario italiano  e la fattura mi arriva da un fornitore tedesco, inserito in anagrafica come CEE e Piva DE... . e non ha un rappresentante fiscale in Italia.

L'associazione industriali, a cui abbiamo chiesto lumi, mi riferisce che non devo fare l'intrastat (probabilmente espletata dal depositario italiano), ma devo registrarla nei registri Iva Italia, e poi segue autofattura.

Qui nasce il mio problema: come faccio se il fornitore e' estero ? Ho inserito nella tabella cat. reg. Art./serv. Iva la riga seguente

Codice        Descrizione
A17              Art. 17 II comma DPR 633/1972 Reverse Charge

con setup

Cat. reg. business IVA Cat. reg. art./serv. IVA Codice IVA % IVA % detraibilità Tipologia IVA Conto IVA vendite Conto IVA acquisti 

NAZIONALE   A17    IVA20     20   100   Normale    2012300030     2012300031    

mi da incongruenza con fornitore CEE

inserisco il setup CEE

CEE   A17   IVA20   20   100   Normale    2012300030    2012300031
ma ovviamente mi da errore nel totale da registrare perche' vuole l'importo dell'iva che io non ho in fattura.

Qualcuno ha mai fatto registrazioni di questo tipo ? come si fa ?

Grazie dell'aiuto

Riccardo

 

Related
Recommended